28/09/2022

Il rapido contrattacco dell’Ucraina nella regione di Kharkiv ha portato i russi non solo ad abbandonare alcuni insediamenti precedentemente occupati, ma anche a vittime militari. Sulla base di fonti aperte, la BBC è stata in grado di stabilirlo nel periodo dal 5 al 12 settembre La Russia ha perso più di 200 soldati in Ucrainainclusi 57 specialisti d’élite: combattenti e ufficiali delle forze speciali, marines, le migliori unità delle forze aviotrasportate e della Guardia Nazionale.

BBC Russia mantiene un elenco delle vittime russe della guerra in Ucraina insieme a Mediazona, che è riconosciuta in Russia come un gruppo di “media stranieri” e volontari.

A partire dal 16 settembre, siamo stati in grado di confermarlo morirono in totale 6.476 soldati e ufficialiI media britannici.

Un’idea del numero dei decessi non compresi nel totale dei verbali ufficiali è data dalle informazioni provenienti dai cimiteri. Ogni settimana scopriamo nuove informazioni sulle sepolture di soldati russi in vari insediamenti della Russia, di cui le autorità locali non riferiscono.

Sulla base di queste osservazioni, si può presumere che l’elenco delle vittime confermate mantenuto dalla BBC possa contenere almeno il 40-60% in meno di nomi di morti rispetto a quelli effettivamente sepolti in Russia.

Secondo i dati pubblicamente disponibili, l’esercito russo ha perso almeno tre tenenti colonnelli durante il contrattacco ucraino. Il tenente colonnello Denis Lazutin è morto durante la difesa di Balaklia (non viene data la data esatta della morte, il funerale è previsto per il 18 settembre). Il 9 settembre, Pavel Krivov, comandante di battaglione della 106a divisione aviotrasportata, è morto vicino a Izyum. Lo stesso giorno, secondo i residenti di Ust-Ilimsk, il comandante della 70a divisione di fucili a motore, il tenente colonnello Dmitry Kochetkov, è stato ucciso.

Durante il contrattacco ucraino nella regione di Kharkiv furono uccisi anche due tenenti colonnelli di riserva. Entrambi hanno più di 45 anni e si offrono volontari per combattere in Ucraina. Il defunto Kiril Korostelev ha precedentemente servito cinque anni nella Legione straniera francese e ha combattuto anche in Siria e Africa (probabilmente come parte di una compagnia militare privata).

Un totale di 27 ufficiali sono stati uccisi in Ucraina dal 5 al 12 settembre. Tra loro c’erano due piloti militari. Questi sono gli esperti e l’élite di ogni esercito del mondo. L’addestramento di un pilota di caccia può richiedere 15-17 anni e costare $ 12-14 milioni.

Read More :   Il capo di tua moglie chiede di nuovo il divorzio Capitolo 353

Tra coloro che sono morti durante il ritiro ci sono almeno 10 membri della Guardia Russa, compreso il capo del plotone OMON della Repubblica di Komi. A giudicare dai rapporti della regione di Kharkiv, il primo colpo del contrattacco dell’esercito ucraino fu sferrato contro le unità OMON e SOBR.

Sono queste unità della Guardia Nazionale, che di solito sono specializzate nello smantellamento delle manifestazioni e contengono piccoli gruppi di uomini armati, che si impegnano in una battaglia militare su vasta scala. La partecipazione a tali combattimenti richiede conoscenze e addestramento completamente diversi che potrebbero mancare ai soldati e agli ufficiali della Guardia Nazionale.

Tra coloro che sono morti dal 5 al 12 settembre, almeno sette soldati delle forze speciali del GRU10 marines e almeno 29 paracadutisti.

Continuano ad arrivare informazioni sulle perdite russe nella ritirata nell’area di Kharkiv. Di solito, i media, i funzionari e i parenti russi vengono a conoscenza e denunciano la morte dei militari con un certo ritardo.

Daghestan (301 persone), Buriazia (267) e Territorio di Krasnodar (256) sono ancora i leader in termini di vittime confermate. In confronto, solo 23 persone sono morte a Mosca, anche se i residenti della capitale rappresentano quasi il 9% della popolazione russa.

In molte regioni della Russia, il servizio militare convenzionale è quasi l’unica opzione ricevendo un reddito costante.

Brucia una base militare russa a Milopolis, missili S-300 sorvolano Kharkiv

Quella notte, l’esercito russo ha attaccato un villaggio vicino a Zaporozhye.

È sempre meno probabile che i funzionari russi menzionino pubblicamente la morte di soldati in Ucraina, quindi i memoriali sono diventati un’importante fonte di informazioni: targhe murali nelle scuole, lapidi nei cimiteri, memoriali nei parchi e nelle unità militari.

Era una fonte di informazioni insolita ma importante un poster con foto di soldati cadutiche è stato esposto al campionato di boxe delle forze armate russe a Borisoglebsk. Ha stampato i dettagli di 47 soldati morti e ufficiali della 3a Brigata Guardie del GRU Spetsnaz. Dopo aver esaminato le fotografie del poster, la BBC ha scoperto che i nomi della maggior parte dei combattenti delle forze speciali menzionati erano apparsi in precedenza sui media e sui social media, ma senza specificare dove prestavano servizio. Il poster includeva anche fotografie di due ufficiali del GRU la cui morte non è stato ancora annunciato pubblicamente.

Read More :   Growtopia Mod Apk (ubegrenset penger og edelstener) v3.99 Last ned 2022

La BBC sta inoltre continuando a indagare sulle sepolture nei cimiteri in varie regioni della Russia. Non troviamo solo le tombe di coloro la cui morte è stata denunciata pubblicamente, ma altrettante, e talvolta di più, lapidi di soldati e ufficiali la cui morte non è stata segnalata da autorità, giornalisti locali o parenti sui social media.

Nelle ultime due settimane, tali sepolture sono state scoperte nelle regioni di Kaluga e Kaliningrad, nonché nella regione di Krasnodar.

Dietro la sconfitta dei russi vicino a Kharkov si nascondono falsi messaggi dal fronte

Dietro la sconfitta dei russi vicino a Kharkov si nascondono falsi messaggi dal fronte

Questo cambia il quadro per l’alto comando militare.

Dei 6.476 militari russi morti in Ucraina, 1.116 o il 17% erano ufficiali, inclusi quattro generali e 34 colonnelli.

Sulla base di sette mesi di dati, Gli ufficiali minori hanno il più alto tasso di vittime. Nell’esercito russo, sono loro che devono prendere le principali decisioni tattiche in battaglia.

Tuttavia, la maggior parte di loro è ancora giovane, perché il grado di tenente si ottiene più spesso all’età di 21-22 anni, e quindi sono inesperti, ma devono già decidere come raggiungere gli obiettivi che si sono prefissati. i loro. capi.

La maggior parte degli alti ufficiali, in particolare i colonnelli, morirono nei primi due mesi di guerra. A quel tempo, l’esercito russo stava affrontando i maggiori problemi di comunicazione e logistica e attaccava contemporaneamente su più fronti. Una volta stabilito un collegamento diretto tra il quartier generale e le unità combattenti, colonnelli e generali hanno meno probabilità di morire.

Dal 5 al 12 settembre c’è stato un nuovo aumento del numero di vittime confermate tra gli alti ufficiali dal grado di maggiore a tenente colonnello. È possibile che ciò sia dovuto al fatto che le unità in ritirata dell’esercito russo devono essere coordinate e il personale militare di alto rango deve tornare in prima linea.

Nel settimo mese di guerra, la fanteria ha subito le perdite maggiori: il 20%. D’altra parte, la percentuale di paracadutisti morti sta gradualmente diminuendo.

Ministero degli Esteri britannico: l'Ucraina consolida il controllo di Kharkiv

Ministero degli Esteri britannico: l’Ucraina consolida il controllo di Kharkiv

Le truppe russe in ritirata hanno lasciato attrezzature costose

Read More :   Nipsey Hussle døde av skuddskader i hodet og brystet etter å ha blitt skutt 11 ganger, viser obduksjon

Secondo fonti della BBC, l’onere principale ora ricade sulle unità dell’esercito privato e sui cosiddetti volontari nei media russi.

Secondo alcuni attivisti per i diritti umani, alcuni residenti della Cecenia si stanno unendo a “unità di volontariato”, quindi minacce nei loro confronti e pressioni sulle loro famiglie.

Prima di essere inviati al fronte, i distaccamenti di “volontari” spesso subiscono solo dai 3 ai 10 giorni di formazione. Apparentemente, per lo stesso motivo, i “volontari” rimangono la categoria di vittime in più rapida crescita.

Entro il 16 settembre, le informazioni sono state confermate sulla morte di almeno sette prigionieri in Ucraina che hanno combattuto come parte di formazioni paramilitari russe. Il progetto Gulag.net è stato il primo a segnalare il reclutamento di prigionieri russi inviati al fronte all’inizio di luglio.

Secondo MediaZone, sono stati spediti a fine agosto. almeno 480 prigionieri.

Date le informazioni dai cimiteri e dai memoriali russi, l’elenco delle vittime confermate della BBC potrebbe contenere almeno la metà dei nomi dei soldati morti in Ucraina rispetto a quelli sepolti in Russia.

Il numero finale aumenta notevolmente se l’elenco dei morti include tutti i militari dispersi dalla Russia e la “milizia popolare” di Donetsk e Luhansk. Dal 16 settembre le autorità del sedicente DPR ammettono 2987 morti truppe, mentre l’autoproclamata LPR non ha riportato vittime.

La BBC ha trovato più di 3.600 messaggi e post sui social media di sostenitori di DPR e LPR in cerca di parenti maschi che erano nei ranghi della “milizia popolare” e hanno perso da tempo i contatti con loro. Alcuni dei ricercati nei primi mesi di guerra sono già rientrati in patria come “Cargo 200”.

Geografia

Geografia del “cargo 200” – La BBC mappa le perdite russe in Ucraina

Gli Stati Uniti stimano ufficialmente le vittime militari russe in 5.000-6.000.

Entro la fine di luglio, la CIA ha stimato che la Russia aveva perso più di 15.000 soldati in Ucraina. Già a giugno, l’intelligence britannica ha riportato 20.000 morti. Secondo lo stato maggiore dell’Ucraina, la Russia ha perso oltre 50.000 soldati e ufficiali.

Non ci sono dati ufficiali sulle vittime da parte russa. Il ministero della Difesa ha riportato le ultime vittime il 25 marzo, quando morirono 1.351 persone.

Source : darik.news