26/09/2022
Est e Ovest con DM Thomas

Est e Ovest con DM Thomas

di Domenico Giovanotto, Catalogo dei manoscritti.

Donald Michael Thomas (nato nel 1935) si è fatto un nome come scrittore quando, all’inizio degli anni ’80, il suo romanzo The White Hotel è diventato un successo negli Stati Uniti. Con la sua incursione psichedelica nel subconscio, Freud e l’Olocausto, e la vertiginosa caduta e il crollo della fiducia nel suo volubile narratore, la sensazione che ha causato si è diffusa attraverso l’Atlantico fino alla Gran Bretagna.

Tuttavia, Thomas aveva scritto costantemente e copiosamente per molti anni prima, come il suo record, ora completamente catalogato e disponibile nelle Sale di lettura, registra. All’inizio della sua carriera si considera principalmente un poeta: tra gli anni Sessanta e Ottanta riempì trentacinque quaderni (conservati in fotocopie) con schizzi e stesure di versi. Un grafico fatto in casa (Addition MS 89363/9/6) racconta le apparizioni delle sue prime poesie su riviste e giornali.

L'immagine è tratta da un grafico che mostra le pubblicazioni delle prime poesie di Thomas con inchiostro rosso e nero, intorno al 1960

Grafico che mostra le pubblicazioni delle prime poesie di Thomas, c. 1960 (aggiungere MS 89363/9/6). “Stranamente infantile!” è il suo prossimo commento.

Non è stato fino alla fine degli anni ’70 che Thomas ha iniziato a scrivere romanzi. Il suo primo, “Birthstone”, ambientato nella sua nativa Cornovaglia e che già esplora il suo interesse per le idee di Sigmund Freud, è conservato in una copia della prima edizione (Addition MS 89363/1/4) con le annotazioni e le alterazioni dell’autore. Bozze annotate, manoscritti e bozze registrano il lavoro su altri titoli che seguirono rapidamente, come Russian Nights, una serie di romanzi che, sebbene originariamente progettata come una trilogia, fu ampliata prima in un quartetto e poi in un quintetto.

La Russia è un tema ricorrente nel lavoro di Thomas. Ha tradotto la poesia di Pushkin e Anna Akhmatova e ha realizzato adattamenti radiofonici della letteratura russa. Alla fine degli anni ’90 ha iniziato una biografia sostanziale di Alexander Solzhenitsyn, Un secolo nella sua vita, che ha vinto l’Orwell Book Award nel 1999. L’archivio contiene un gran numero di bozze e materiale di ricerca per questo libro, oltre a fotografie e trascrizioni di interviste .

Una serie di articoli più insolita (Add MS 89363/8) racconta una delle grandi delusioni della carriera di Thomas: l’apparente incapacità di realizzare un adattamento cinematografico di “The White Hotel”, nonostante almeno tre tentativi separati da parte di diversi produttori. corso degli anni. L’idea per un film è nata quasi subito dopo l’immediato successo del romanzo, e in vari momenti sembrava quasi certo che sarebbe successo. Ma ogni volta il progetto ha incontrato difficoltà, anche legali (Thomas si è persino ritrovato involontariamente trascinato in un caso giudiziario americano). Racconta l’intera saga nel suo libro di memorie Bleak Hotel (2008), il cui dattiloscritto è anche in archivio (Addition MS 89363/3/4-5).

Thomas ha conservato gran parte della sua corrispondenza con noti editori e autori (Charles Causley, Stevie Smith, Peter Redgrove e altri), insieme a centinaia di messaggi di sua sorella Lois (Addition MS 89363/9/18-24). Ci sono anche dozzine di fotografie di famiglia (Addition MS 89363/9/8-11), a partire dal momento del corteggiamento dei suoi genitori in Cornovaglia negli anni ’20 e proseguendo durante l’infanzia e l’età adulta. Scene animate nella sua casa di Truro, dove tornò a vivere alla fine degli anni ’80, sono conservate per i posteri. La maggior parte degli scatti sono sottotitolati dallo stesso Thomas: “Rugby con papà” – “Sono sempre stato in disparte durante le visite in spiaggia/mare” – “Cantando in faccia”. Anche la famiglia e gli amici sono aggettivi affettuosi. C’è anche un calendario chiamato “Singing Thomas’s”, ogni mese con un’immagine diversa della famiglia che canta, beve e in generale si diverte. Tuttavia, Thomas ha ancora trovato il tempo per scrivere: le ultime bozze e schizzi in archivio (Addition MS 89363/2/9-23) risalgono al 2017.

Il file DM Thomas è disponibile con il nome di scaffale Add MS 89363.

Source : dial.news